Approvato in Europa il CETA: il commento di Pisticci 5 Stelle

0
612

Ieri, mercoledì 15 febbraio 2017, il Parlamento Europeo ha approvato l’Accordo economico e commerciale globale (CETA), il fratello gemello del TTIP.
Un trattato che non solo non tutela affatto l’interesse dei cittadini, né europei né canadesi, ma che in più finirà di ostacolare i piccoli e medi agricoltori e allevatori del nostro continente, già abbondantemente colpiti dalla crisi mondiale. Un trattato che produrrà la perdita di migliaia di posti di lavoro, che abbasserà la soglia dei controlli sull’importazione di prodotti OGM nei nostri stati e che permetterà l’entrata di carni trattate con sostanze che in Europa sono addirittura illegali. Un trattato che non si limita a favorire la liberalizzazione dei mercati, ma che inoltre si proietta verso la privatizzazione di servizi che finora sono stati pubblici.

Eppure ad alcuni statisti emergenti, a cui ultimamente gli avvenimenti europei stanno particolarmente a cuore, questa notizia deve essere accidentalmente sfuggita. Oggi le votazioni del parlamento europeo non sono una loro priorità. Oggi non si sono svegliati con la voglia di pubblicare hashtag sarcastici contro il Movimento 5 Stelle. Se fossimo maligni, penseremmo che questa mancanza di attenzione nei nostri confronti sia dovuta al fatto che stamattina, fra i pochi ad essersi espressi contro il CETA ci sono proprio i nostri portavoce al parlamento europeo, mentre PD e Forza Italia hanno votato a favore di questo aborto di sovranità popolare, dimostrando negli interventi di conoscere anche male l’argomento. Ma in effetti, quando si tratta di meriti da riconoscere ai famigerati grillini, in barba alla loro tanto decantata obiettività, meglio fare orecchie da mercante. Tuttavia, noi siamo troppo curiosi: oggi il movimento è comunista o fascista? Oggi siamo populisti o contro i diritti del popolo?

Infine è d’obbligo un ringraziamento a tutti i portavoce pentastellati al parlamento europeo, che non solo oggi, ma da quasi tre anni lottano contro l’approvazione di questo trattato e che dal primo giorno in cui hanno messo piede a Bruxelles, lavorano costantemente per la tutela dei diritti dei cittadini. Sapere che vi adoperate ogni giorno per difendere la nostra sempre più massacrata democrazia è per noi motivo di grande orgoglio.

Nella foto i parlamentari europei italiani che hanno votato a favore del CETA.
Nella foto i parlamentari europei italiani che hanno votato a favore del CETA.

Commenta con FB

Commenti

NO COMMENTS