“La Corte dei Conti decreta il fallimento dell’Amministrazione Di Trani”

0
1643

I rilievi fatti dalla Corte dei Conti ai bilanci consuntivi dell’Amministrazione Comunale di Pisticci per gli anni 2012 e 2013 non lasciano dubbi: le violazioni delle norme e le anomalie di bilancio commesse sono tali “da pregiudicare, anche in prospettiva futura, gli equilibri economico-finanziari dell’Ente”. Tradotto: i danni economici causati al Comune di Pisticci da questi amministratori sono tali che (tutti) ne pagheremo le conseguenze anche in futuro! Chiaro? E questo non lo scrive Pisticci 5 Stelle, bensì la Corte dei Conti, il cui compito è quello di vigilare sulla corretta gestione finanziaria degli enti pubblici.

Assunzioni illegittime di personale in barba al rispetto della legge di stabilità, senza fornire alcuno spiraglio ad un’eventuale stabilizzazione, incapacità di riscossione dei tributi relativi ad anni precedenti (ICI, IVA, IMU, TARSU e contributi per i permessi a costruire) per non aver eseguito i dovuti accertamenti entro la scadenza dei termini e conseguenti danni all’erario per oltre 2,5 milioni di euro: questi i principali rilievi critici evidenziati dalla Corte. Analoga e anomala situazione contabile potrebbe ripetersi anche negli anni successivi, ovvero 2014/2015, a causa “della mancata programmazione di interventi funzionali a migliorare il grado di riscossione delle entrate proprie e in particolare di quelle tributarie”, dichiarazione, questa, fatta dal personale del comune nella propria relazione dinanzi alla Corte dei Conti.

Ancor più lapidario è il giudizio contabile sulla gestione degli appalti, da cui emergono violazioni quali la mancanza di un albo dei fornitori, l’erronea applicazione dei criteri di selezione delle ditte e di rotazione degli incarichi, l’utilizzo di procedure di affidamento diretto (ovvero senza gara d’appalto) per importi superiori ai limiti previsti per legge e molte altre ancora. In poche parole, una gestione scellerata della res publica ed il mancato rispetto delle più elementari norme della programmazione economica e, spesso, torsione di queste alla logica prettamente locale del “tirare a campare”.

Tutto ciò, come si può facilmente immaginare, si traduce in una diminuzione sistematica dei servizi resi alla comunità in termini di welfare (assistenza sociale, efficienza degli uffici comunali, ecc…) e in un aumento indiscriminato delle tasse per i cittadini, già chiamati in passato (e, a quanto pare, sempre di più in futuro) a ripianare le casse comunali in dissesto con balzelli asfissianti, il modo più veloce per fare “cassa”. Le serie difficoltà che le famiglie con disabili affrontano quotidianamente, abbandonate dagli amministratori pisticcesi e senza un’adeguata assistenza scolastica specialistica, sono solo un altro esempio di questa gestione fallimentare.

La delibera – disponibile sul sito della Corte dei Conti – per motivi incomprensibili non è stata pubblicata dal Comune sul proprio sito web ufficiale, nonostante l’esplicita prescrizione dei giudici, ed è stata messa a disposizione dei cittadini sul nostro sito web: www.pisticci5stelle.it (in calce).

In conclusione abbiamo avuto la conferma ufficiale di una inettitudine, superficialità e sciatteria amministrativa senza precedenti. La certificazione del fallimento del sistema clientelare che questi politici hanno prodotto. Amministratori troppo spesso eletti non per le loro capacità, competenze o perché portatori di un organico disegno socio-economico di sviluppo, ma esclusivamente per aver saputo garantirsi il successo elettorale tramite una rete di parenti, amici e clienti che li ha votati “a prescindere”.

È arrivato il tempo di liberarsi definitivamente di una simile zavorra politica, erede di logiche di partito che hanno dimostrato ampiamente la loro letalità per l’Italia e per Pisticci. Amministrare significa garantire impegno, trasparenza, rispetto delle regole, costante dedizione al ruolo istituzionale ma, soprattutto, umiltà. Significa ricordare che chi governa viene pagato dal cittadino e, quindi, è al suo servizio. Questi sono i valori in cui Pisticci 5 Stelle crede e che porterà avanti nella prossima campagna elettorale, nella certezza che i pisticcesi sapranno buttare a mare quei politici che hanno già ampiamente dimostrato quello che sanno fare.

Corte Dei Conti Comune Pisticci (1.8 MiB, 114 downloads)

Commenta con FB

Commenti

NO COMMENTS