Linee programmatiche dell’Amministrazione Verri: Pisticci 5 Stelle risponde alle polemiche

0
1141

Uno dei punti salienti del prossimo consiglio comunale, che si svolgerà oggi pomeriggio, sarà la presentazione delle linee programmatiche da parte dell’amministrazione Verri. Argomento spinoso, posto già in passato al centro di efferate polemiche, e che anche oggi non smette di creare motivi di contrasto.

Fra le tante, però, la protesta più curiosa viene proprio dall’ex sindaco Vito Anio Di Trani, il quale ha tuonato su facebook: “Il cartaceo o i files dovevano essere a disposizione dei consiglieri tutti. Con grande rammarico devo registrare che nulla ci é stato recapitato e che per amore della trasparenza probabilmente ne verremo a conoscenza durante il consiglio comunale. Anche questo é cambiamento.
Orbene, al di là del fatto che siamo immensamente dispiaciuti del rammarico che in effetti trasuda da queste parole, e senz’altro coscienti dell’amore per la trasparenza dell’ex sindaco, lo stesso dovrebbe sapere che da regolamento l’amministrazione non è tenuta a dare nessun cartaceo alla minoranza, ma ancor di più ci risulta singolare che la predica venga proprio da questo pulpito: molti ricorderanno infatti, che l’amministrazione di Trani presentò in consiglio comunale le linee programmatiche solo in seguito ad un’interrogazione proveniente dalla minoranza, ben 11 mesi dopo l’insediamento; ma la cosa eclatante fu che le stesse vennero copiate per buona parte da quelle del comune di Fiesole e dal comune di Rubiera, il tutto sempre in accordo con il sopracitato amore per la trasparenza che ha sempre accompagnato l’operato di Di Trani.

Le proteste dell’allora opposizione sul funesto copia e incolla furono particolarmente aspre e pungenti, a tal punto da ispirare in qualche cittadino pisticcese l’idea di far girare in rete uno dei manifesti elettorali di Di Trani con la scritta “sindaco di Fiesole”. Un episodio difficile da dimenticare, eppure il trauma deve aver cancellato dalla memoria dell’allora primo cittadino l’inconveniente, e questa stessa amnesia deve averlo poi indotto a trasformarsi nel famoso bue che chiama cornuto l’asino.

Ma se la mancanza di memoria giustifica Di Trani, lo stesso non vale per alcuni politici esperti dell’ultima ora che contestano all’amministrazione Verri di non aver riportato le linee programmatiche sul sito del comune. Eppure per questi personaggi dovrebbe essere chiaro che la dichiarazione delle linee programmatiche non è altro che una più dettagliata esposizione del programma elettorale ampiamente votato dai cittadini, il quale non solo è stato illustrato durante la campagna, ma addirittura scritto insieme ai cittadini nel periodo precedente alla propaganda.

In ogni caso, contenti della peculiare attenzione riservata a questa amministrazione, ci auguriamo che essa non si limiti a condannarne solo gli eventuali errori, ma anche ad elogiarne i meriti, in linea con l’onestà intellettuale tanto professata dagli autori di tali critiche, che speriamo prima o poi di riscontrare in prima persona.

Commenta con FB

Commenti

NO COMMENTS