“Più sicurezza per inaugurare il nuovo anno”, il messaggio di Pisticci 5 Stelle

0
830

Come ogni anno l’avvicinarsi delle festività natalizie e, soprattutto, del Capodanno, determina un utilizzo incontrollato di botti e petardi spesso da parte di minorenni. Un innocente modo di divertirsi e festeggiare il nuovo anno?
Se sfogliamo le cronache recenti scopriamo che non è proprio così, considerando le centinaia di persone, spesso bambini, ferite da petardi difettosi o inesplosi e gli incidenti causati dall’uso sconsiderato delle armi per salutare il nuovo anno. Un bollettino di guerra che stona terribilmente non solo con la festività, ma con l’idea stessa di sicurezza e rispetto per noi stessi e per chi ci circonda.
Al riguardo le normative impongono precisi limiti, prescrivendo per l’utilizzo dei botti più pericolosi la maggiore età – in alcuni casi anche il possesso del porto d’armi – mentre per quelli meno pericolosi l’acquisto è consentito ai minori che abbiano almeno 14 anni. Le cronache del 1 gennaio, purtroppo, ci hanno spesso raccontato di incidenti causati da petardi (illegali e non), il che fa pensare che queste regole non sempre vengono rispettate a sufficienza.
Come cittadini e come organizzazione politica chiediamo all’Amministrazione e alle Autorità preposte di vigilare attentamente sulla vendita e sull’utilizzo dei botti di capodanno vietando quelli più pericolosi, come già accade in moltissime città italiane. In tal modo si tutelerebbe l’incolumità dei cittadini e si garantirebbe la sicurezza di tutti, senza dimenticare gli animali, in particolare cani e gatti che, terrorizzati dalle esplosioni (hanno un udito circa 5 volte più sensibile di quello umano), muoiono di infarto o finendo sotto auto in transito e costituendo, in tal caso, anche una rilevante fonte di pericolo per gli automobilisti. Si stima che ogni anno a causa dei botti muoiano circa 5000 animali e che rimangano ferite centinaia di persone, all’incirca 300 solo lo scorso anno, tra cui anche minori, senza considerare l’inquinamento ambientale causato dai residui inceneriti dei petardi, spesso e volentieri lasciati per strada o in aperta campagna dove rimangono anche per mesi.
Noi ci chiediamo, ne vale davvero la pena? Quest’anno, anziché con i buoni propositi, non sarebbe meglio inaugurare il 2016 con un po’ di sicurezza e rispetto in più? Noi intanto auguriamo a tutti voi buone feste.

Commenta con FB

Commenti

NO COMMENTS