Rifiuti: ‘Teknoservice in difficoltà. Risultati insoddisfacenti’. Amministrazione pensa a isole ecologiche e attiva squadra di emergenza comunale

0
340

A 12 giorni dall’insediamento, avvenuto lo scorso 9 luglio, l’Amministrazione ha studiato ed analizzato in dettaglio, con il supporto degli uffici comunali di pertinenza, il Contratto di “Appalto dei servizi di igiene urbana e complementare nel territorio del Comune di Pisticci”. Il contratto, stipulato in data 07/10/2015, prevede la “Esternalizzazione del servizio di igiene urbana e complementari del Comune di Pisticci”.
In particolare, l’Art. 2 – Servizi in contratto, prevede:

1. Raccolta e trasporto R.S.U.

2. Spazzamento manuale o meccanico dei rifiuti rivenienti dalle sedi stradali, marciapiedi, piazze, aree pubbliche, aree di pertinenze delle scuole o comunque soggette anche temporaneamente ad uso pubblico, ad esclusione di giardini, ville comunali e viabilità interna del cimitero comunale, ove avverrà il solo ritiro dei rifiuti………

3. Lavaggio interno ed esterno e la disinfezione periodica di qualsiasi tipo di contenitore impiegato per il servizio.

4. Ritiro e trasporto dei rifiuti urbani ed assimilati in modalità differenziata provenienti dalla pulizia dei mercati (siano essi giornalieri, settimanali o mensili) nonché dalla pulizia di fiere, la cui raccolta, in contenitori forniti dalla ditta appaltatrice del servizio, sarà a cura dei venditori ambulanti.

5. Lavaggio a pressione delle aree interessate a quanto descritto nel punto 4. immediatamente dopo le operazioni di ritiro.

6. Innaffiamento, lavaggio a pressione periodica di strade, marciapiedi, aree pubbliche del centro urbano, zone particolarmente soggette a sporco, delle fontane, portici, ecc.

7. Diserbo stradale.

8. Recupero e raccolta materiale ferroso ed altri tipi di rifiuti (ingombranti, elettrodomestici, ecc.). …..

9. Pulizia cunette stradali e canali di scolo di proprietà comunale nei centri abitati.

10. Disinfezione e disinfestazione periodica del centro urbano.

11. Innaffiamento delle principali strade e piazze nel periodo estivo.

12. Raccolta, trasporto delle frazioni differenziate dei rifiuti.

13. Ritiro e smaltimento dei prodotti rivenienti dalla potatura degli alberi e dalla pulizia dei giardini, salvo diversa determinazione dell’Amministrazione Comunale, nonché dei rifiuti rivenienti dal cimitero, dalle scuole e dagli edifici pubblici in genere.

14. Espletamento dei servizi di pulizia e raccolta differenziata e non, in occasione di ricorrenze particolari, manifestazioni folkloristiche, festività nazionali, cittadine e religiose, nelle zone urbane interessate con posizionamento temporaneo di appositi contenitori;

15. Conferimento di tutti i rifiuti in impianti autorizzati, tenuto conto che per quelli riciclabili la DITTA dovrà conferire ai Consorzi di filiera indicati dall’Amministrazione comunale,

16. La raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani con metodologia “porta a porta” per l’abitato di Pisticci, Pisticci Scalo, Marconia, Tinchi, Centro Agricolo e Casinello e Marina di Pisticci come da planimetrie allegate, ed in particolare: rifiuti domestici – frazione umido-, rifiuto secco recuperabile quali carta, cartone, plastica, lattine, vetro, metalli e barattoli, frazione secca residua non recuperabile, rifiuti vegetali, rifiuti ingombranti (a chiamata) congiuntamente allo svuotamento delle isole ecologiche già presenti sino al raggiungimento degli obiettivi previsti per legge.

17. Dovrà essere inoltre assicurata la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti pericolosi, potenzialmente pericolosi e cimiteriali (pile, farmaci, lampadine, ecc.) .

18. La raccolta e lo smaltimento finale delle siringhe lasciate sul suolo pubblico.

19. Servizi supplementari ed aggiuntivi quali Custodia e Pulizia bagni pubblici a Pisticci, Marconia e nella zona dei Lidi durante i mesi estivi.

20. Tutto quanto indicato nel progetto migliorativo presentato dalla Ditta in fase di offerta.

E’ palese come la ditta Teknoservice sia in notevole difficoltà a rispettare il contratto, non solo relativamente a tutti i punti sopra elencati, ma anche in particolare al rispetto del punto 16, che prevede la raccolta porta a porta. Tale attività è stata avviata agli inizi del mese di Maggio 2016 e probabilmente non c’è stato abbastanza tempo per “rodare” il nuovo sistema di gestione dei R.S.U. in un territorio, come il nostro, che presenta notevoli diversità, come le aree urbane, quelle extraurbane e, non ultima, l’area del nostro litorale, che nei periodi estivi fa registrare un incremento di popolazione “stagionale” quasi pari alla popolazione di tutto il Comune.

Nella settimana scorsa, abbiamo convocato Teknoservice due volte, intimando di attuare un piano di emergenza con l’obiettivo di far rientrare tutte le criticità presenti nel Comune.

I risultati ottenuti a nostro parere sono insoddisfacenti. Pertanto la ditta è stata diffidata ad impegnarsi per portare il sistema alla normalità. Se le risposte non saranno esaurienti ci vedremo costretti ad attuare i provvedimenti previsti nel Contratto.

Una notevole criticità, a tutt’oggi per niente risolta, è la presenza di “piccole/grandi discariche selvagge” che sono sorte laddove prima erano presenti isole ecologiche o bidoni di raccolta dei rifiuti. Ci siamo chiesti quali potessero essere le cause che hanno generato questo degrado. La mancata consegna di pattumelle, i volumi incontrollati di rifiuti generati, l’inciviltà di una parte di nostri concittadini, una sorta di repulsione all’impegno di differenziare i rifiuti, ma soprattutto l’alta percentuale di ‘furbetti’ che, non pagando la TARI, come invece fa la maggior parte dei cittadini onesti, si sentono autorizzati ad ‘elargire’ i loro rifiuti su tutto il territorio. Le conseguenze stanno diventando molto serie, quasi a rasentare una criticità di tipo sanitaria!

L’Amministrazione a tale proposito, si riserva di rivedere il contratto e di prevedere eventualmente delle isole ecologiche video sorvegliate nei punti più critici del territorio. Sarà subito attivato un controllo da parte della polizia locale. Si è deciso di attivare da lunedì 25 p.v. una “squadra di emergenza” comunale con l’obiettivo di ripulire le “discariche selvagge” dislocate sul territorio.

I cittadini, molti dei quali in questi primi 10 giorni trascorsi dal nostro insediamento sono stati solerti a comunicare privatamente o tramite i social le situazioni di criticità, avranno a disposizione i numeri di telefono “0835 587327 / 0835 581014” e l’indirizzo email “info.pisticci@gmail.com”. La squadra comunale interverrà tempestivamente.

Questa iniziativa del Comune, non ha la pretesa di risolvere tutti i problemi, che vanno analizzati con tutte le specificità e particolarità del caso (non si può assimilare il mare alle campagne o ai centri abitati). Vuole tuttavia essere un tentativo di ridare un po’ di decoro al nostro bel territorio, che purtroppo oggi è desolatamente invivibile!

Ci affidiamo alla pazienza della popolazione, consapevoli che è fondamentale che ognuno per quanto di sua competenza, possa dare un contributo positivo alla risoluzione dei problemi.

Grazie

L’Amministrazione Comunale

Commenta con FB

Commenti

NO COMMENTS